domenica 11 settembre 2011

IL MARCHIO DELLA BESTIA

© Copyright 2001, TorahofMessiah.com

Ti sei lasciato ingannare dalla Bestia ricevendo già il marchio?

DISCONOSCIMENTO E CHIARIMENTI DI BASE!

QUESTO ARTICOLO NON DEVE ESSERE INTERPRETATO COME UNO STUDIO DETTAGLIATO DEL LIBRO DI RIVELAZIONE. QUESTO ARTICOLO È LIMITATO ALLA SINGOLA QUESTIONE DEL "MARCHIO DELLA BESTIA".

In questo articolo potrete leggere della "Prostituta" e della "Bestia". Anche se tecnicamente non sono una sola e medesima entità, sono comunque intimamente legati nella loro opposizione determinata a Dio e alla Sua Verità. Molti sostengono che correttamente le varie "Bestie" all'interno della Scrittura si riferiscono a regni o governi che si opposero a Dio e al Suo popolo, tuttavia, la "Prostituta" è così intrecciata con la "Bestia" discussa in questo articolo che i due non possono essere separati. Sono - come si suol dire - "uniti per l'anca" in termini di sforzi congiunti per distruggere l'umanità. Quando Dio distrugge uno, l'altro anche perirà presto.

Il rapporto tra la "Bestia" e "Prostituta" è un matrimonio satanico fra il Regno (Bestia) e la potenza spirituale di quel Regno (la Prostituta). Inoltre, si può trovare MOLTO supporto storico e scritturale che definisce la "Bestia" come la manifestazione fisica della spirituale "Prostituta" - essendo la "Prostituta" l'antica religione misterica babilonese che continua ad essere ancora oggi l'avversario principale della Verità divina. La "Prostituta" non è qualcosa che è arrivata sulla scena solo dopo che la rivelazione di Giovanni fu scritta. La prova che questa "prostituta" esiste da secoli ed ha continuamente venduto se stessa come una satanica meretrice spirituale alle nazioni è dimostrata dalla citazione del profeta Nahum che ho incluso in questa discussione. Le profezie di Nahum sono anteriori alla cattività babilonese di Giuda! Il fatto che la Grande Prostituta dell'Apocalisse 17:05 è descritta con la frase "... sulla fronte aveva scritto un nome, un mistero, 'BABILONIA LA GRANDE, LA MADRE DELLE MERETRICI E DELLE ABOMINAZIONI DELLA TERRA.' ..." prova che essa abbia avuto origine in Babilonia, almeno fin dai tempi di Nimrod. Così, a causa della loro natura inseparabile io uso il termine "Prostituta" e "Bestia" in modo intercambiabile e sento di non essere in rottura con la verità facendo questo.

Io dissento rispettosamente con coloro che desiderano definire la Bestia con concetti moderni e futuristiche speculazioni. Ritengo che queste persone creano inutile confusione, aiutando così involontariamente la "Bestia" e la "Prostituta" nell'impedire all'umanità di scoprire il vero significato del "marchio della Bestia", che definirò in questo articolo. Se fossero presentati alle persone come una unione maligna, invece di soffermarsi su dettagli banali per quanto riguarda la loro distinzione, molta confusione sarebbe stata eliminata, e molti di più avrebbero visto la verità riguardo il "marchio della Bestia", e quindi più povere anime sarebbe state liberate dal malvagio abbraccio mortale della seduzione spirituale della Prostituta.

In breve, questo articolo è volutamente limitato SOLO alla questione del "marchio della Bestia" e tutte le altre necessarie questioni relative a questo studio.

Introduzione

In questo articolo vorrei discutere un problema sul quale esistono numerosi sensazionali e seducenti scenari. È uno degli argomenti più spesso discussi in tutta la Bibbia tra i cristiani tradizionali e Messianici. Naturalmente, il soggetto è il "Marchio della Bestia".

Ci sono molte opinioni diverse su ciò che questo "marchio" è. La maggior parte limitano la sua definizione agli ultimi giorni e lo promuovono come una sorta di marchio letterale o visibile, un logo, timbro, impianto, chip di identità, o segno. La maggior parte sembra anche che ritengano sia necessario capire il significato misterioso dietro il numero 666, che è citato in un solo passaggio all'interno del contesto della discussione per quanto riguarda il "marchio". Naturalmente, poiché alcuni manoscritti riportano il numero come 616, non è prudente mettere a fuoco il numero per cercare di comprendere il marchio, in quanto non c'è accordo assoluto sul fatto che 666 sia il numero corretto. Indipendentemente da ciò, NON è necessario comprendere i concetti nebulosi e ampiamente variabili del numero 666, al fine di determinare quale sia il marchio della Bestia, quindi, anche se avrei potuto presentare prova che sostiene la mia affermazione sul numero 666 riguardo al significato del segno, mi asterrò dal presentare tale prova in quanto non è richiesto e confonderà solo la questione. Naturalmente, poiché la Bestia spera che si rimanga confusi, essa prospera promuovendo argomenti speculativi riguardanti il riferimento al 666.

Raramente quelli che definiscono il "marchio" derivano la loro comprensione unicamente a partire dalla Scrittura, anche se la vera natura del marchio è MOLTO facilmente ottenibile senza mai dover lasciare le pagine della Bibbia. Al contrario, preferiscono teorizzare su tutti i tipi di scenari folli ed emozionanti che sono definiti al di fuori dei confini sicuri della pura verità delle eterne istruzioni di Dio..

Il buon senso suggerisce che Dio non avrebbe lasciato assente dalle pagine del suo Verbo Santo, il significato di questo simbolo immensamente importante per il rilievo che ha sulla fine dei tempi. Io confiderò sul mio ​​Dio - il solo ed unico Dio - avendo fede che Egli rivela chiaramente nella Sua Parola ciò che questo marchio è, e come vedrete, Egli certamente ce lo farà rivelare.

Sono venuto alla ovvia comprensione che condividerò in questo articolo alcuni anni fa durante la mia lettura personale della Torah Scritta (Genesi - Deuteronomio) di YHWH (Dio) e rimasi scioccato per come tale verità facilmente riconoscibile possa essere passata inosservata da parte dei leader cristiani! O, forse non è inosservata? Forse il fatto che è notata dai leader cristiani di alto livello è la ragione dello sforzo profuso per confondere il problema seminando esche ingannevoli con la speranza che la verità non verrà individuata.

Continuando i miei studi, l'annullamento del cristianesimo tradizionale dell'ovvio significato scritturale del "marchio", così come la loro promozione infinita di falsi obbiettivi teologici, ha cominciato ad avere un senso. Mostrerò in questo articolo che il cristianesimo tradizionale ha buone ragioni per evitare e dirigerci lontano da una ricerca puramente scritturale mentre cerchiamo il significato di questo marchio. A differenza di loro, presenterò una definizione che non richiede trappole che ci guidano lontano dalla Scrittura, e nel processo, esporrò una atroce cospirazione di falsità all'interno del cristianesimo tradizionale! Purtroppo, poiché la maggior parte potrebbe avere già accettato il marchio della Bestia, il mio avviso sarà largamente ignorato, inascoltato, o ferocemente condannato.

Presenterò la mia argomentazione come segue:

Definirò cosa si intende per la parola greca charagma (Khar-ag-mah), che viene tradotta come "segno" in quasi tutte le Bibbie in inglese.
Per aiutare a trovare il significato del "marchio della Bestia", farò vedere ciò che la Scrittura definisce inequivocabilmente come il "marchio di Dio".
Brevemente dimostrerò perché alcuni dei concetti più comuni per quanto riguarda il "marchio della Bestia" non sono corretti.
Mostrerò quanto facilmente il vero significato del marchio della Bestia può essere determinato confrontandolo con il segno di Dio e di come questa determinazione può mostrare o meno se voi o altri abbiate già ricevuto il marchio della Bestia.

Cosa si intende con il termine "marchio?"

Molti Cristiani tradizionali e Messianici hanno familiarità con il seguente passaggio trovato in Apocalisse, che discute il marchio della Bestia.

Apocalisse 13:16 (KJV)
16 Ed egli faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, ricevessero un marchio nella loro mano destra o sulla fronte

L'importanza di comprendere la vera definizione di questo marchio è evidente da altri passi nella Rivelazione. Se non si afferra il reale significato SCRITTURALE possiamo consapevolmente accettare il marchio della Bestia e ci troveremo in opposizione a Dio quando riverserà la sua ira sull'umanità nel momento in cui il limite della sua misericordia verrà raggiunto e la necessaria giustizia sarà infine somministrata. Pertanto, è giusto dire che ci sono alcune questioni per le quali una chiara comprensione della Scrittura è più cruciale. I passaggi che seguono illustrano la gravità di questo problema mentre si legge del destino di coloro che scelgono di accettare il "marchio della Bestia".

Apocalisse 14:9-11 (KJV)
9 E il terzo angelo li seguì gridando a gran voce: Se qualcuno adora la bestia e la sua immagine, e ne prende il marchio sulla fronte o sulla mano, 10 Lo stesso deve bere il vino della collera di Dio , che è versato fuori senza mistura nella tazza della sua indignazione, e sarà tormentato con fuoco e zolfo al cospetto degli angeli santi, e in presenza dell'Agnello: 11 E il fumo del loro tormento ascende per sempre e sempre: e non avranno riposo né giorno né notte quelli che adorano la bestia e la sua immagine e chiunque riceve il marchio del suo nome.

Apocalisse 16:02 (KJV)
2 E il primo andò e versò la sua coppa sulla terra, e cadde una piaga maligna e dolorosa che colpì gli uomini che avevano il marchio della bestia, e su quelli che adoravano la sua immagine.

Apocalisse 19:20 (KJV)
20 E la bestia fu presa, e con lui il falso profeta che aveva fatto prodigi davanti a lui, con i quali aveva sedotto quelli che avevano ricevuto il marchio della bestia e quelli che adoravano la sua immagine. Tutti e due furono gettati vivi nello stagno ardente di fuoco e di zolfo.

Il contesto della Rivelazione in cui si trovano questi passaggi tratta della "Bestia", e come quella bestia farà sì che molti ricevano un marchio nella loro mano destra o sulla fronte (Apocalisse 13:16). Prima di continuare, si deve prima capire il significato della parola greca charagma (Khar-ag-mah), che è qui tradotta come "marchio".

The Enhanced Strong's Lexicon (Strong #5480) mostra che nella Versione Autorizzata (KJV) la parola greca charagma è tradotta come "segno" otto volte e "inciso" una volta. Strong's definisce ulteriormente charagma come:
un timbro, un marchio impresso.
del marchio impresso sulla fronte o la mano destra come il distintivo dei seguaci dell'Anticristo [c'è un errore tradizionale qui che descriverò brevemente]
il marchio a inciso sui cavalli
cosa intagliata, scultura, opera scolpita.
di immagini idolatriche.
È interessante notare che, con una sola eccezione, l'UNICO posto nel Nuovo Testamento dove viene utilizzato la parola greca charagma è in riferimento al "marchio" della Bestia!

Il New Strong's Dictionary of Hebrew and Greek Words definisce charagma come:
charagma, un graffio o incisione, vale a dire come un timbro (come una simbolo di servitù), o figura scolpita (statua): - scolpito, marchio.
Il Dizionario teologico del Nuovo Testamento afferma quanto segue in merito a questa parola greca:
charagma [marchio, timbro]
La marcatura è comune nell'antichità (cfr. schiavi, e la marchiatura dei devoti con i segni della divinità).
The Greek-English Lexicon of the New Testament Based on Semantic Domains ci fornisce una visione cruciale sul significato di charagma quando afferma:
Una traduzione strettamente letterale di 'il marchio della bestia' potrebbe implicare 'l'immagine della bestia' o 'un segno fatto dalla bestia.' Un'indicazione più soddisfacente del rapporto tra 'marchio' e la 'bestia' sarebbe 'un segno che mostra la relazione con la bestia' e 'un segno di fedeltà alla bestia' o 'un marchio del partito della bestia.'
Una ulteriore intuitiva nota può essere colta da un altro commento nel Dizionario teologico del Nuovo Testamento riguardo a questo segno misterioso.
In Apocalisse 17:05 la prostituta, che incarna tutte le nefandezze terrene, se concretamente come Roma o astrattamente come una potenza demoniaca, porta sulla fronte il marchio della sua vera natura in una misteriosa allusione a Babilonia. L'allusione è l'abitudine alla moda delle prostitute romane, che avevano i loro nomi su bande intorno alla fronte.
Quale organizzazione religiosa è più strettamente associata con Roma? Che religione ebbe origine da questo impero romano? Inoltre, si nota in Apocalisse che questa grande meretrice si chiama la madre delle prostitute, quindi, implica chiaramente che anche molte altre prostitute nascono da lei e ancora promuovono i falsi insegnamenti fondamentali che ha fondato. Chi è la grande Meretrice? Chi sono le sue figlie e perciò le prostitute stesse? Pensate a queste cose. Si può benissimo stabilire di liberarsi dall'abbraccio della prostituta se si consente alla sincerità e alla verità di guidarci invece che ai propri desideri.

La precedente definizione di Strong's presenta un piccolo errore. Purtroppo, questo errore compare in altre fonti ed è comunemente promosso dai pulpiti di tutto il mondo. Ciò è a riguardo della menzione dell'"Anticristo". Perché Strong's implica che il "marchio della Bestia" sia dato dall'"Anticristo?" Il termine "anticristo" è completamente assente dal contesto biblico in cui si trova il "marchio della Bestia" di cui parla. Infatti, il termine anticristo si trova solo nelle epistole di Giovanni, quindi, ovviamente il termine "Anticristo" non è da nessuna parte nel libro della Rivelazione! Quindi, chiedo di nuovo, perché parlare dell'"Anticristo" come di colui che impone il marchio?

La ragione per cui Strong's e altre fonti sottintendono il "marchio della Bestia" come il marchio dell'"anticristo", è a causa delle tradizionali esche ingannatrici che leader cristiani sperano di piantare nella mente dei sinceri ricercatori della verità. Sperano che, piantando un richiamo all'anticristo (uno dei tanti trucchi), sarà sottratta la via che conduce a scoprire il vero significato del marchio - una scoperta che il cristianesimo e la sua falsa discendenza messianica lottano per evitare. Il loro intento è quello di portare lo studente sincero della Scrittura ad accettare le false concezioni dell'anticristo e della Bestia. Tratto il VERO significato di anticristo in un articolo separato. Stranamente, Strong's in realtà involontariamente rivela una verità parziale portando l'anticristo nella discussione, dal momento che sono i promotori dell'anticristo / anti-messia (quelli che promuovono lo spirito di illusione) che sono guidati da - e rappresentano - la Bestia. Pertanto, anche se l'"anticristo" non è quello che impone il marchio, è la Bestia che promuove l'inganno dell'anticristo. (NOTA:. Anticristo significa anti-Messia, che è un insegnamento che promuove una sostituzione ingannatrice del Messia) Così, Strong's accidentalmente ci fornisce informazioni preziose, o forse era più consapevole della verità di quello che i leader cristiani comprendono. Il risultato di questa intuizione diverrà evidente mentre continuiamo nella nostra discussione sul "marchio della Bestia".

Una importante considerazione che ancora manca è la resa della parola greca epi (ep-ee'), che la versione di Re Giacomo traduce come "su" in Apocalisse 13:16 - "... sulla loro mano destra o sulla fronte. .. ". The Enhanced Strong's Lexicon's (Strong #1909) mostra che epi può essere reso come "su", "in", "sopra", così come altre possibili interpretazioni. Altre versioni rendono il vocabolo come "su;" tuttavia, il punto da ricordare è che può essere "in" o "su". Quindi, non aggrappatevi ostinatamente al concetto che il marchio è apposto su qualcosa. Può benissimo essere applicato all'interno di qualcosa.

Quindi, sintetizzando le informazioni raccolte da queste fonti si può affermare quanto segue in merito al significato più profondo della parola greca che si traduce come "segno" nella Rivelazione:


  • Questo marchio è quasi certamente un timbro simbolico o segno e non è da prendere alla lettera, come molti sostengono con zelo e alla cieca.
  • Questo marchio sarà SIMBOLICAMENTE immesso sulla - O ALL'INTERNO - fronte e / o sulla mano destra.
  • Il marchio simboleggia storicamente servitù o fedeltà a quello da cui il marchio è ricevuto.
  • Il marchio simboleggia il rapporto esistente tra coloro che decidono di riceverlo e la Bestia (o suoi agenti) dal quale è pervenuto. Esso mostra i destinatari del marchio essere fedeli alla Bestia e tra i suoi caparbi seguaci.

La prostituta di Apocalisse 17:05, storicamente e quasi universalmente accettata come Roma e che rappresenta la maligna religione misterica babilonese che si è sempre opposta alla vera fede, "porta sulla fronte il marchio della sua vera natura in una misteriosa allusione a Babilonia".

anche se non ne ho specificamente discusso, il verbo tradotto come "ricevere" in Apocalisse 13:16 è al modo congiuntivo, il che implica l'incertezza. Non si può "ricevere" qualcosa a meno di non "accettarla", il che implica la volontà. Così, il marchio non è imposto, anche se possono essere utilizzati diversi livelli di persuasione. In ultima analisi, quelli che ricevono il marchio lo fanno di loro spontanea volontà.

Il significato dominante tratto da tutte le fonti di riferimento indica chiaramente che "marchio della Bestia" NON è un segno fisico. Invece, compilando le informazioni disponibili, il più chiaro significato del marchio è come un SEGNO SIMBOLICO che distingue coloro che lo hanno come seguaci della Bestia satanica. In breve, si tratta di un segno spirituale, che espone i cuori e le menti di chi li riceve. Esso mostra coloro che volontariamente danno la loro fedeltà.

C'è un segno di Dio? Se sì, qual è?

Ora, diamo un'occhiata a altri passi della Scrittura che tradizionali leader cristiani e finti messianici sembrano ignorare volutamente nella speranza che non si possa mai scoprire. Come si vedrà, questi passaggi rimuovono il velo di mistero che sperano rimanga in vigore.

All'interno della Torah, che è Genesi fino a Deuteronomio (la parola ebraica Torah significa "istruzione" o "insegnamento") si legge quanto segue:

Esodo 13:09 (NR)
9 E sarà per te come segno sulla tua mano, e come promemoria sulla tua fronte, affinché la legge del Signore sia sulla tua bocca, perché con mano potente il Signore ti ha fatto uscire dall'Egitto.
Esodo 13:16 (NRSV)
16 Ciò sarà come un segno sulla tua mano e come emblema sulla fronte, poiché con braccio potente il Signore ci ha fatto uscire dall'Egitto.
Deuteronomio 6:08 (NRSV)
8 Te li legherai come un segno sulla tua mano, li fisserai come emblema sulla fronte,
Deuteronomio 11:18 (NRSV)
18 Vi metterete queste mie parole nel vostro cuore e nella vostra anima, ve le legherete come un segno sulla vostra mano, e li fisserete come emblema sulla vostra fronte.
La maggior parte dei cristiani non sono neanche a conoscenza di questi versi dal momento che raramente hanno mai letto la Torah o Tanakh (vecchio Testamento), che il Messia Yeshua e tutti i suoi seguaci consideravano LE Sacre Scritture! (Naturalmente, essi le leggono raramente perché sono stati ingannati dai servi di Satana a credere che lo studio della Tanakh è inutile o "legalistico".)

Qual è il fatto ovvio che si deve immediatamente notare da questi passi? Che cosa salta figurativamente fuori dalle pagine mentre discutiamo la questione del marchio della Bestia? Mi permetto di presentare ancora una volta il passaggio dalla Rivelazione.

Apocalisse 13:16 (KJV)
16 Ed egli faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, ricevessero un marchio nella loro mano destra o sulla fronte:
Quasi la stessa esatta frase viene utilizzata rispetto ad un marchio - o segno!Tuttavia, i passi della Torah mostrano che il marchio è il segno di Dio, mentre il passaggio dell'Apocalisse fa riferimento al marchio della Bestia satanica.

La parola ebraica resa "segno" è presentata dall'Enhanced Strong's Lexicon come un segno, un marchio distintivo, un presagio, un simbolo, ecc.
La radice della parola da cui deriva implica "consenso" o "d'accordo". Questa è quasi certamente la parola che Giovanni stava prendendo in considerazione quando scrisse l'Apocalisse, infatti Giovanni era un uomo ebreo che parlava l'ebraico come sua lingua madre e visse, pensò, e scrisse interamente dalla sua visione del mondo ebraico. Quindi, quello che cosa abbiamo qui è la parola equivalente utilizzata nella Rivelazione. Entrambe significano esattamente la stessa cosa! La parola tradotta come "marchio" nella Rivelazione e "segno" nella Torah sono la stessa parola che è stata semplicemente scritto nelle diverse lingue ebraico e greco e tradotta in inglese.

Ora diamo un'occhiata più da vicino ai versi citati dalla Torah. A differenza del marchio della Bestia, il marchio (segno) di Dio è facilmente comprensibile dalla lettura diretta dei passaggi in cui viene menzionato. Mostrerò in seguito che, sebbene la Torah presenta più di un "segno" o "marchio", essi possono effettivamente essere considerati come uno, così, farò riferimento a questi segni di Dio in una forma singolare a rappresentare un segno onnicomprensivo (marchio).

Non c'è bisogno di teorie speculative per determinare la definizione univoca del segno o marchio di Dio.. Lascerò che l'UNO e SOLO YHWH Elohim - il Creatore Onnipotente - ci dica dalla sua eterna Torah ciò che il marchio (segno) è, che quelli dedicati a Lui sceglieranno di accettare con la loro spontanea volontà. Il marchio di Dio - o segno - è evidente. Tutto ciò che ci serve per determinare il significato è una semplice lettura della Scrittura.

Io prima esaminerò Esodo 13:9,16 poi Deuteronomio 11:18, e infine (e soprattutto) Deuteronomio 6:8.

Il segno di Esodo capitolo 13

Per limitare le dimensioni di questo articolo, non citerò il contesto della Torah da cui provengono questi versi. Potete facilmente verificare quello che dirò semplicemente leggendo Esodo da voi stessi. Quando lo farete vedrete non vi è alcun argomento che il segno a cui Dio si sta riferendo è la Pasqua.

Esodo 13:9, 16 (KJV)
9 E sarà per te un segno sulla tua mano, e un ricordo fra i tuoi occhi, (significato alternativo di "sulla fronte") che la legge di YHWH possa essere nella tua bocca: perché con mano potente YHWH ti ha tratto fuori dall'Egitto. ... 16 E sarà un segno sulla tua mano, e come un frontale fra i tuoi occhi (significato alternativo di "sulla fronte"): con braccio potente JHWH ci ha fatti uscire dall'Egitto.
Così, qui in Esodo 13 Dio ci presenta un segno (marchio) che possiamo scegliere di accettare o rifiutare. Tuttavia, come si vedrà continuando il vostro studio di questo argomento, la Pasqua è in realtà un segno con un molto più ampio e centrale segno o marchio di Dio.

Il segno del Deuteronomio al capitolo 11

Ora vedremo Deuteronomio 11:18. Per imprimere ulteriormente su di voi il pieno significato del segno di Dio includerò il contesto cruciale in cui Dt. 11:18 risiede. Per farlo apparire un pò più leggibile citerò dalla nuova versione di Re Giacomo, ma ogni versione che ho controllato dice la stessa cosa con parole leggermente diverse. Allegherò commenti esplicativi tra parentesi ().

Deuteronomio 11:18-28 (NR)
18 Pertanto vi metterete queste mie parole nel vostro cuore e nella vostra anima, e ve le legherete come un segno sulla vostra mano, ed esse saranno come un pendaglio tra gli occhi. (significato alternativo di "sulla fronte")
19 Tu le ripeterai ai tuoi figli, parlandone quando sarai seduto in casa tua, quando camminerai per via, quando ti coricherai e quando ti alzerai.
20 E le scriverai sugli stipiti della tua casa e sulle tue porte, (Dio, la Torah - insegnamenti - devono essere al centro della vostra vita)
21 che i vostri giorni ei giorni dei vostri figli possono essere numerosi nel paese di cui il Signore ha giurato ai tuoi padri di dare loro, come i giorni dei cieli sopra la terra.
22 Poiché se vi curate di mantenere tutti questi comandamenti che oggi vi ordino di fare - di amare il Signore tuo Dio, di camminare in tutte le sue vie (l'obbedienza è la prova del vero amore per Dio), e di tenervi stretti a lui -
23 Allora il Signore scaccierà tutte quelle nazioni dinanzi a voi, e voi esproprierete nazioni più grandi e più potenti di voi.
24 Ogni luogo che la pianta del vostro piede calcherà sarà vostro: dal deserto e dal Libano, dal fiume, il fiume Eufrate, fino al mare occidentale, sarà il vostro territorio.
25 Nessun uomo sarà in grado di resistere contro di voi, il Signore tuo Dio porrà il terrore di voi e la paura di voi su tutta la terra dove camminerete, proprio come ha detto a voi.
26 Ecco, io vi pongo oggi (Dio vi dà una scelta) una benedizione e una maledizione:
27 la benedizione, se ubbidite ai comandamenti del Signore vostro Dio, che io vi comando oggi;
28 e la maledizione, se non ubbidirete ai comandamenti del Signore vostro Dio, ma vi allontanerete dalla via che oggi vi comando, per seguire altri dei che non avete conosciuto. (Nota che ho un articolo separato che discute se voi siete stati condotti ad adorare "altri dèi").
Il contesto vero di questi passaggi è in Deuteronomio da capitolo 5 a capitolo 11. Vi consiglio caldamente di leggere il libro del Deuteronomio e vi imploro di farlo. Per lo meno leggere i capitoli da 5 a 11.

Amico, il segno di Dio, che Egli ci dice di legare come "un segno sulla tua mano, e sarò come pendaglio tra gli occhi" (o "simbolo sulla fronte", in altre versioni) è la TORAH - proprio la Torah che il cristianesimo tradizionale e addirittura il falso messianismo insegna essere abolita, inutile, o facoltativa! Così, qui vediamo un versetto che mostra la Torah (ebraico per le istruzioni o insegnamenti) essere il segno o marchio ACCETTATO DA quelli che sono veri figli di Dio! Ma non ho ancora finito. Ci sono più di una prova che la Torah è il marchio di Dio!

Il segno del Deuteronomio capitolo 6

Vediamo ora di continuare con il versetto del Deuteronomio capitolo 6. Come per il verso appena studiato, citerò una parte del contesto locale e commenterò, se necessario, al suo interno. Citerò di nuovo la nuova versione di Re Giacomo, ma, come prima, tutte le versioni sono d'accordo. Leggere voi stessi se dubitate di me.

Deuteronomio 6:1-17 (NR)
1 Ora, questo sono i comandamenti, e queste sono le leggi e le norme che il Signore vostro Dio ha comandato di insegnare voi, affinché voi possiate osservarle nel paese che state attraversando per possederlo,
2, affinché tu tema il Signore tuo Dio, osservando tutti i suoi statuti ei suoi comandamenti che io vi comando, tu e tuo figlio e tuo nipote, tutti i giorni della tua vita, e affinché i tuoi giorni siano prolungati.
3 Perciò Ascolta, Israele, e fai attenzione di osservarli, affinché tu possa essere felice, e che tu possa moltiplicarti notevolmente come il Signore Dio dei tuoi padri ti ha promesso - nel paese dove scorre latte e miele.
4 Ascolta, Israele: il Signore nostro Dio, il Signore è uno! (Significato alternativo: "Il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno solo," o "Il Signore Dio nostro è l'unico Signore", o "Il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno".)
5 Tu amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutte le forze. (LA PROVA D'AMORE PER DIO È l'obbedienza alla sua eterna TORAH!)
6 E queste parole che io ti comando oggi saranno nel tuo cuore.
7 È li ripeterai ai tuoi figli, ne parlerai quando sarai seduto in casa tua, quando camminerai per via, quando ti coricherai e quando ti alzerai.
8 E li legherai come un segno sulla tua mano, ed essi saranno come un pendaglio tra gli occhi. (Significato alternativo di "sulla fronte")
9 Tu li scriverai sugli stipiti della tua casa e sulle tue porte. (Dio Torah - insegnamenti - devono essere al centro della vostra vita)
10 Così sarà, quando il Signore tuo Dio ti avrà introdotto nel paese che giurò ai tuoi padri, Abramo, Isacco e Giacobbe, per darvi le città grandi e belle che tu non hai edificate,
11 case piene di ogni bene, che non hai riempito, ai pozzi che non hai scavato, vigneti e oliveti che non hai piantati - e quando mangerai e sarai sazio -
12 fai attenzione di non dimenticare il Signore che ti ha fatto uscire dal paese d'Egitto, dalla casa di schiavitù.
13 Temerai il Signore tuo Dio r lo servirai, e prenderai giuramenti nel Suo nome.
14 Non andate dietro ad altri dèi, gli dèi dei popoli che sono tutti intorno a te
15 perché il Signore tuo Dio è un Dio geloso tra di voi, perché l'ira del Signore tuo Dio si susciterà contro di te e ti distruggerà dalla faccia della terra.
16 Non tenterai il Signore Dio tuo come te lo tentati a Massa.
17 Dovrai diligentemente osservare i comandamenti del Signore vostro Dio, le sue testimonianze, ei suoi statuti, che ti ha comandato.
Come può chiunque abbia la capacità di leggere (o sentire) non vedere il messaggio evidente presentato in questi versi. Il segno di Dio è inconfondibile e più volte dichiarato di essere la sua eterna Torah (legge)! Inoltre, il marchio o segno è chiaramente dimostrato di essere TUTTA la Torah, non solo porzioni sparse a cui alcuni vogliono obbedire. Non vi è inoltre alcun indizio che l'osservanza della Torah è "opzionale", come la maggior parte dei falsi messianici e i leader del Nazareno insegnano, per coloro che desiderano accettare il segno di Dio!

In entrambi i contesti del Deuteronomio, che definiscono il segno (marchio) di Dio, troviamo:

Dio dà A NOI UNA SCELTA!
dobbiamo obbedire alla Torah
dobbiamo insegnare la Torah
dobbiamo parlare della Torah
dobbiamo dimostrare che amiamo Dio attraverso l'obbedienza alla Torah
vogliamo vivere la Torah sinceramente cercando di obbedire al Dio che diciamo di amare.

ci è data la possibilità di accettare il Marchio di Dio, che sono innegabilmente gli Insegnamenti Eterni dati per mezzo di Mosè - la Torah!

Nonostante questo, c'è letteralmente un odio verso la Torah - o per lo meno apatia - all'interno del cristianesimo!

NOTA: Con entrambi il marchio di Dio e il marchio della Bestia ci è data una scelta. In definitiva - anzi fin dalla notte dei tempi - la stessa identica scelta è sempre esistita. Il "marchio della Bestia" non è in realtà nulla di nuovo! La scelta è stata, è e sarà se scegliere e accettare il marchio di Dio o il marchio del nemico (Bestia).

Abbiamo dentro i versi appena citati un passaggio che Yeshua il Messia ha stabilito sia il più importante di tutti i comandamenti! Notare come le parole stesse di Yeshua nel brano seguente, citano Deuteronomio 6:4,5.

Marco 12:28-30 (NR)
28 E uno degli scribi venuti che li aveva sentiti litigare, e riconoscendo che Egli aveva loro ben risposto, gli chiese: "Qual è il comandamento più importante di tutti?" 29 Gesù rispose: "Il primo è:'Ascolta, Israele! IL SIGNORE nostro Dio è l'unico Signore, 30 E AMERAI IL SIGNORE DIO TUO CON TUTTO IL CUORE, CON TUTTA LA TUA ANIMA E CON TUTTA LA TUA MENTE, E con tutte le forze'".
Un passo parallelo di Matteo 22:36-40 presenta il secondo comandamento più importante.

Mt 22:36-40 (KJV)
36 Maestro, qual è il più grande comandamento della legge? 37 Gesù gli disse: Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta l'anima tua e con tutta la tua mente. 38 Questo è il primo e grande comandamento. 39 E il secondo è simile al primo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. 40 Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge ei Profeti.

La maggior parte dei cristiani non hanno la minima idea dell'importanza dello "Shemà" che Yeshua cita in Matteo capitolo 22 e Marco capitolo 12 o che questo stesso Shemà è inseparabile da e incluso nel marchio di Dio! Lo Shemà che Yeshua cita qui è dai versi precedentemente citati dal Deuteronomio, che è esso stesso parte della Torah (Torah è Genesi fino a Deuteronomio).

Deuteronomio 6:4,5 (TILC)
4 "Ascolta, Israele! Il Signore è il nostro Dio, il Signore è uno! 5 "E tu amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore e con tutta l'anima e con tutte le forze.
Il Signore è 1 - non 3 o 2 composto da 1, ma UNO!

Spesso Ebrei e Veri messianici monoteisti (vs falsi Messianici di oggi) sono morti con questo versetto sulle labbra o avendo resistito alla torture mortali e alle condanne della Chiesa come quando i "cristiani" hanno cercato di forzare l'accettazione di Gesù come Dio. Invece di violare lo Shemà e la fede nell'UNICO e SOLO YHWH, questi credenti coraggiosi hanno scelto la morte o le persecuzioni (e ci sono ancora). Lo Shema - in ebraico - in realtà ha sottolineato che S-O-L-O JHWH è l'Eterno Elohim (Dio)!

Lo Shemà è l'elemento fondante del "marchio di Dio". Dal momento che il cristianesimo tradizionale e il falso messianismo hanno abbandonato la verità dello YHWH Unico, tanto più rifiuta, attraverso la promozione di un altro dio, questo "primo comandamento".

Qui Yeshua sta elevando lo Shema - il riconoscimento dell'Unico e SOLO YHWH - allo stato del comandamento più importante di tutti. La maggior parte dei cristiani tralascia questo del tutto a causa della loro incapacità di comprendere la grande importanza in cui Yeshua (come mostrato qui) pone il riconoscimento dell'UNICO (non 3 in 1) Dio. Purtroppo, i cristiani spesso violano questo comandamento "più importante".

Ci sono quelli che torcono e allungano la parola ebraica per uno - echad - {ay-kod'} - trasformandola in una "unità composta". Tuttavia, questo disperato tentativo di giochi di parole per "provare" la Trinità è stato abbandonato da molti. Ho un articolo separato che discute il gioco di parole che molti fanno con le parole ebraiche Elohim ed Echad, che rivela l'inganno dietro il loro tentativo malvagio di distorcere la verità.

Maggiore sostegno per l'Unico Dio è trovato in questo piccolo campione di molti altri passaggi della Scrittura:

Deuteronomio 4:35, 39 (NR)
35 Per te è stato dimostrato, perché tu sappia che il Signore stesso è Dio, e non c'è nessun altro all'infuori di Lui. ... 39 Pertanto conosci in questo giorno, e considera nel tuo cuore, che il Signore stesso è Dio lassù nei cieli e quaggiù sulla terra, non c'è ne un altro.
1 Corinzi 8:04 (NR)
4 Perciò relativamente al mangiare delle cose sacrificate agli idoli, sappiamo che l'idolo non è nulla nel mondo, e che non c'è altro  Dio, ma uno.
Efesini 4:4-6 (NR)
4 Un solo corpo e un solo spirito, come siete stati chiamati nell'unica speranza della vostra vocazione, 5 un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo, 6 Un solo Dio Padre di tutti, che è prima di tutto, per mezzo di tutti, e in tutti voi.
È dimostrato altrove in questo sito che questo Dio non è un Dio trino e non è il Messia! Questo Dio è, invece, il vero Dio che Yeshua il Messia ha adorato, promosso, obbedito, ed è morto servendolo in modo che possiamo avere la speranza di una resurrezione alla vita eterna dalla stessa UNICO Dio che lo ha risuscitato.

Il comandamento "secondo" più importante secondo Yeshua è da Levitico 19:18, che è anche all'interno della Toràh, quindi, è anche un componente del marchio di Dio..

Levitico 19:18 (NR)
18 Non farai vendetta e non serberai rancore contro i figli del tuo popolo, ma amerai il prossimo tuo come te stesso, io sono il Signore.
È sempre sorprendente per me trovare tanti cristiani che non si rendono nemmeno conto che Yeshua citava e onorava la Torah (Lev. 19:18), quando disse: "Ama il tuo prossimo come te stesso". Credono di ascoltare questo come un "nuovo" insegnamento cristiano di cui Yeshua è stato il promotore. Invece, come praticamente tutto quello che Yeshua ha insegnato, è venuto direttamente dalla Torah, poiché Yeshua - più di chiunque altro nella storia dell'umanità - ha scelto di accettare volentieri il marchio di Dio mediante l'obbedienza dedicata alla TORAH!

Riassumendo quello che ora sappiamo per quanto riguarda il marchio di Dio, si può affermare quanto segue:

Il "marchio di Dio" è molto ben definito - senza mezzi termini - essere la Torah! Affermare il contrario significa ignorare alcuni dei passaggi più chiari di tutta la Scrittura. Nonostante questo, il cristianesimo tradizionale FA dire il contrario!
Yeshua ha pienamente approvato e obbedito alla Torah, accettando in tal modo il marchio del suo e nostro Dio. Chiunque pretenda di seguire il Messia e non riesce ad approvare e / o obbedire alla Torah, NON è un seguace del VERO Messia!
L'aspetto fondamentale del "marchio di Dio" e IL passaggio più importante di tutta la Scrittura secondo Yeshua è lo Shemà, che dichiara che Dio sia uno ed uno solo - non un Dio binitario - NON un Dio trino - e non un Messia uomo-Dio!

Così, allora comincia a diventare evidente per quanto riguarda CHI è la Bestia e Qual'è il suo marchio?

Perché i concetti comuni del "marchio della Bestia" non sono corretti

A questo punto evidenzierò il motivo per cui alcune delle definizioni comuni per il marchio non possono essere corrette - o per lo meno trovano molto poco sostegno dalla Scrittura. Alcuni dei concetti comuni sensazionalistici del marchio lo presentano come:


  • uno chip ID impiantato
  • una ID card
  • una moneta comune o qualche altro oggetto "globale" per il commercio o per l'identificazione. Alcuni considerano la società "senza contanti" sia il mezzo attraverso il quale l'uomo riceve il marchio attraverso l'uso esclusivo di carte di credito o carte di debito.

Ci sono numerose variazioni di questi temi comuni.

Vi è un problema comune condiviso da tutti questi concetti, che rivela la loro inesattezza. Tale problema è che NESSUNO di questi implica ribellione contro Dio! In che modo l'uso di una carta di debito si dimostra essere peccaminosa? Come fa l'accettazione di una carta d'identità ad indicare ribellione spirituale? Come può essere dimostrato che uno chip impiantato prova che uno sta praticando disobbedienza intenzionale a Dio? Francamente, questi concetti comuni sono scandalosi e NON mostrano, in nessun modo, che qualcuno sia disobbediente! Non c'è NIENTE in questi concetti che implica che qualcuno abbia volontariamente rigettato le istruzioni di Dio! Chi promuove concetti come questi dimostra di essere grossolanamente ignorante del vero significato del marchio. Tutti questi concetti sono esche per deviare gli altri lontano dal vero "marchio". Invito chiunque a dimostrarmi come uno qualsiasi di questi concetti mostri qualcuno essere peccatore e ribelle.
Continuando in questo studio, si vedrà che il REALE marchio della Bestia mostra chiaramente che quelli che lo ricevono dovranno fare una libera scelta di ribellione contro Dio!

Il fattore principale che contribuisce a portare a definizioni più tradizionali ed erronee del marchio è il un versetto di Apocalisse 13:17, che io qui citerò dalla King James e dal Updated New American Standard Versions delle Scritture insieme con il versetto 16.

Apocalisse 13:16, 17 (KJV)
16 Ed egli faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, ricevessero un marchio nella loro mano destra o sulla fronte: 17 E che nessuno potesse comprare o vendere, se non chi avesse il marchio, o il nome della bestia o il numero del suo nome.
Dal TILC leggiamo:

Apocalisse 13:16, 17 (NASB95)
16 Inoltre obbligò tutti, piccoli e grandi, e ricchi e poveri, e gli uomini liberi e gli schiavi, a ricevere un marchio sulla mano destra o sulla fronte, 17 e procurò che nessuno sia in grado di comprare o vendere, se non colui che ha il marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome.
Va notato che si deve interpretare il versetto 17 solo in senso strettamente letterale per trovare il supporto per la maggior parte delle definizioni comuni del "marchio" che i tradizionali leader cristiani e falsi messianici sperano che voi accettiate.  Dal versetto 17 quelli ingannati concluderanno che il marchio sarà qualcosa che permetterà solo a quelli che lo possiedono di "comprare e vendere."
Essi sentono questi come riferimenti ad una letterale "compravendita" di beni o servizi; in tal modo, i comuni concetti del "marchio della Bestia" condividono l'idea comune che si applica per il "mercanteggiamento" dei beni.
Ma, sono il marchio, la "compravendita", o anche la merce che viene comprata e venduta da prendere alla lettera?  Possono coloro che promuovono tali concetti PROVARE essere letterali?  Ci sono altri marchi all'interno della Scrittura letterali?  Qual è la comprensione più consistente - letterale o figurato (non letterale) - della maggior parte dei marchi che vediamo nella Scrittura?  Che altro potrebbe essere inteso con la frase "nessuno sarà in grado di acquistare o di vendere, se non colui che ha il marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome?"

Affronterò la questione nel modo seguente.


  • Presenterò informazioni aggiuntive che suggeriscono che il marchio non è letterale.
  • Poi presenterò un altro significato - NEL SENSO CHE È STATO APPLICATO PER SECOLI E VALE ANCORA OGGI - per la frase "nessuno sarà in grado di acquistare o vendere, se non colui che ha il marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. "
  • Mostrerò che il significato della frase "comprare e vendere" è meglio definita come essere INSIEME figurativa (non letterale) e letterale!  Tuttavia, questo aspetto in parte letterale della frase "comprare e vendere" non si applica alla natura chiaramente non letterale del "marchio".

Un'ulteriore prova della natura non-letterale del "marchio"

Anche se ho già dimostrato che il marchio non deve essere preso alla lettera, diamo un'occhiata ad alcuni altri esempi nella Scrittura dove si trovano tipi di marchi, segni o nomi menzionati.

Apocalisse 3:12 (NRSV)
12 Chi vince, ne farò una colonna nel tempio del mio Dio, non ne potrà mai andare fuori. E scriverò su di te il nome del mio Dio, e il nome della città del mio Dio, la nuova Gerusalemme che scende dal mio Dio dal cielo, e il mio nome nuovo.

Nel versetto appena citato si vede:

    Il nome di Dio sarà scritto sulla fronte di coloro che sono salvati.
    Il nome di Gerusalemme sarà scritto sulla fronte dei salvati.
    Il nome del Messia sarà scritto sulla fronte dei salvati.

Dal momento che la Rivelazione 13:17 indica che il nome della Bestia è sinonimo con il marchio, i significati letterali e non letterali di Apocalisse 13:17 e Apocalisse 3:12 si possono presumere che implicano una simile comprensione del modo in cui il nome del marchio (marchi) in cui ciascuno di essi deve essere interpretato. Apocalisse 3:12, proprio come i versi che trattano il marchio della Bestia, descrive qualcosa che sarà scritto sulla (o nella) fronte di quelli che sono i veri figli di Dio..  Non perderemo tempo qui. CHIARAMENTE non dobbiamo prendere alla lettera Rivelazione 3:12.  Allo stesso modo, se siamo sinceri e coerenti nella nostra interpretazione della Scrittura, non dobbiamo prendere alla lettera Apocalisse 13:16,17.  Entrambe le discussioni di un marchio (o il nome scritto sul / sulla fronte) implicano che il marchio sia un indicatore spirituale che mostra a chi quelli che ricevono il marchio (o il nome) danno la loro devozione.

Poi, vedremo un'altra serie di passaggi dalla Rivelazione.

Apocalisse 17:1-6 (NR)
1 E uno dei sette angeli che avevano le sette coppe venne e parlò con me, dicendo: "Vieni qui, io ti mostrerò il giudizio della grande prostituta che siede su molte acque, 2 con la quale i re della terra hanno commesso atti di immoralità, e quelli che abitano sulla terra sono stati inebriati col vino della sua immoralità." 3 Egli mi trasportò in spirito nel deserto, e vidi una donna seduta sopra una bestia di colore scarlatto, piena di nomi blasfemi, con sette teste e dieci corna. 4 E la donna era vestita di porpora e di scarlatto, adorna di oro e pietre preziose e di perle, avendo in mano una coppa d'oro pieno di abominazioni e delle cose impure della sua immoralità, 5 e sulla fronte aveva scritto un nome, un mistero, "Babilonia la Grande, la madre delle prostitute e degli abomini della terra." 6 E vidi la donna ebbra del sangue dei santi, e con il sangue dei testimoni di Yeshua. E quando l'ebbi vista, mi meravigliai molto.
Questi passaggi fanno riferimento a un nome che è scritto sulla fronte della grande meretrice, la madre delle prostitute, che ovviamente significa che ci sono altre figlie prostitute.  Proprio come prima, il tutto con buon senso e comprensione basilare riconosciamo che né la prostituta né il nome scritto sulla fronte sono da prendere alla lettera.  Vediamo anche un altro esempio del significato figurativo (non letterale) con la descrizione della donna "seduta su una bestia di colore scarlatto, piena di nomi blasfemi, con sette teste e dieci corna."  I letteralisti vogliono farci credere che una bestia letterale con sette teste e dieci corna sarà montato da donna?  La prostituta è chiaramente una rappresentazione figurativa del secolare nemico della vera fede - la religione misterica babilonese, e il nome scritto sulla fronte rappresenta un insieme di dottrine, che hanno un nome, titolo o descrizione.  Questa descrizione si rivelerà continuando il nostro studio del "marchio della Bestia". Naturalmente, come molti di voi sanno, questa donna (la grande meretrice), è stata a lungo identificata con la chiesa di Roma, che promuove la stessa antica fede babilonese e le stregonerie che Satana ha sempre promosso come parte del suo "tentativo di cambiare le sacre stagioni e la legge "(Dan. 7:25 NRSV).  Alcuni dei primi lavori della prostituta sono descritti nei versetti seguenti.

Naum 3:1-7 (NR)
1 Guai alla città sanguinaria, completamente pieno di bugie e di saccheggio; La sua preda mai lascia. 2 Il rumore della frusta, Il rumore del crepitio della ruota, cavalli al galoppo, e salti di carri! 3 Cavalieri caricano, lampeggiando spade, lance luccicanti, molti uccisi, una massa di cadaveri, e innumerevoli cadaveri - Si inciampa sui cadaveri! 4 Tutti a causa delle molte prostituzioni della prostituta, Il suo fascino, la padrona di stregonerie, Che vende le nazioni con le sue prostituzioni e le famiglie con le sue arti. 5 "Ecco, io sono contro di te", dice il Signore degli eserciti: "E alzerò le tue vesti sul viso, e mostrerò alle genti la tua nudità e ai regni la tua disgrazia. 6 "Io gettò fango su di te e ti farò vile, e ti esporrò come uno spettacolo. 7 "E avverrà che tutti quelli che ti vedranno si ritireranno da voi e diranno: 'Ninive è distrutta! Chi soffrirà per lei? ' Dove posso cercare consolatori per te? "
Stranamente, la maggior parte di quelli che promuovono con precisione questa comprensione della prostituta sembrano abilmente ignorare il fatto che questa donna (romana falsa religione babilonese) ha altre figlie prostitute. ??  Questo potrebbe essere perché tutte le confessioni cristiane in definitiva sono stata partorite dalla Chiesa di Roma, promuovono dottrine fondanti della prostituta primaria (l'inganno dell'Anticristo e che la Torah è abolita o inutile) e sono, quindi, chiaramente le sue figlie prostitute?  Hmmm?

Infine, diamo un'occhiata ad un altro passaggio dalla Rivelazione.

Apocalisse 22:3,4 (KJV)
 3 E non vi sarà più maledizione: ma il trono di Dio e dell'Agnello sarà in essa, e i suoi servi lo serviranno: 4 E vedranno la sua faccia, e il suo nome sarà sulla loro fronte.
Come con gli altri versi, ovviamente non assumiamo che un nome sarà letteralmente scritto sulla fronte dei salvati.  Invece, per la loro libera scelta di accettare il marchio di Dio invece di quello della Bestia, avranno il nome di Dio (o autorità nella loro vita) scritta in fronte come un segno della loro devozione dimostrata a lui.

Quindi, possiamo riassumere ancora una volta il più probabile, non letterale significato del termine "marchio".

In primo luogo, come mostrato, il marchio è chiaramente simbolico e mostra la scelta dei destinatari di promuovere la causa della Bestia.  Si tratta di un marchio spirituale, che espone i cuori e le menti di chi li riceve.  Dimostra a chi (o a quali insegnamenti) volontariamente danno la loro fedeltà.
Il peccato per il quale coloro che ricevono il marchio saranno puniti non è solo il possesso del marchio.  Al contrario, il peccato che porta alla collera eterna di Dio è la SCELTA libera di coloro che ricevono il marchio - la scelta fatta da coloro che possiedono il marchio.  Essi sono puniti perché consapevolmente e deliberatamente hanno scelto di accettare il marchio, ben sapendo ciò che esso rappresenta.  Il marchio non è il peccato.  È semplicemente un segno della ribellione peccaminosa contro Dio del destinatario.
Se i destinatari del marchio lo avessero ricevuto involontariamente, sarebbero innocenti del peccato evidente che il marchio rappresenta.  Dio, molto probabilmente non infliggerà la morte eterna a coloro che sinceramente lo cercano attraverso la devozione allo studio e obbedienza ancora insufficiente a causa dell'essere inconsapevolmente ingannati.  Questo inoltre suggerisce che il marchio è qualcosa che sia facilmente visibile per essere contro Dio, quindi, chi lo riceve non può usare l'ignoranza come scusa.  In breve, il ricercatore VERAMENTE sincero della verità non accetterà il marchio, perché lui / lei vedrà essere in diretto contrasto con gli insegnamenti di Dio..
Il tema di fondo del marchio è chiaramente qualcosa che rappresenta la ribellione contro Dio a titolo definitivo.  Deve essere qualcosa che mostra chiaramente che il destinatario ha fatto la libera scelta di disobbedire a Dio.

Il più probabile doppio significato di "comprare e vendere" all'interno di Rev. 13:17

Allora, che dire dello strano riferimento di acquisto e vendita che troviamo in Apocalisse 13:17?  Che cosa significa realmente?  Bene, ci sono SOLO 3 possibili opzioni a nostra disposizione per l'interpretazione.


  • Si tratta di un riferimento letterale alla compravendita di qualcosa.
  • Non è letterale, e quindi ha un significato figurato.
  • È sia letterale che figurato.

Il possibile significato letterale non richiede una discussione dettagliata.  Si dedurrà semplicemente che coloro che non possiedono il marchio della Bestia avranno restrizioni imposte alla loro capacità di acquistare o vendere oggetti fisici o servizi.  Si noti l'inserimento di SERVIZI all'interno di queste restrizioni.  Come vedremo, le restrizioni sui servizi sono imposte dalla Bestia anche oggi!
Poiché l'interpretazione letterale è così facilmente comprensibile, possiamo rapidamente procedere alla seconda opzione, che è quella che la frase "comprare e vendere" può essere interpretata in senso figurato.
Diamo un'occhiata ad altri esempi di acquisto e / o di vendita entro Scrittura che chiaramente non sono letterali.

Proverbi 23:23 (NRSV)
23 Acquista verità, e non vendere, acquistare la saggezza, l'istruzione, e la comprensione.
Ovviamente, questo versetto dai Proverbi non significa LETTERALMENTE che possiamo acquistare verità, saggezza, istruzione, o comprensione.  La verità non può essere letteralmente comprata o venduta!  Così, in Proverbi vediamo uno dei molti esempi di come l'acquisto e la vendita non è sempre da prendere alla lettera.

Paolo contribuisce alla nostra discussione, quando si riferisce a quelli che ho appena citato che "spacciano" la parola di Dio.

2 Corinzi 2:17 (NRSV)
17 Poiché non siamo venditori ambulanti della parola di Dio come tanti, ma in Cristo parliamo come persone di sincerità, come persone mandato da Dio e in piedi alla sua presenza.
Anche se non è considerata da me essere una buona traduzione, la Parola è Vita esprime questo versetto 2 Corinzi bene.

2 Corinzi 2:17 (NLT)
17 Vedete, noi non siamo come quei venditori ambulanti - e ce ne sono molti di loro - che predicano solo per fare soldi. Noi predichiamo il messaggio di Dio con sincerità e con l'autorità di Cristo. E sappiamo che il Dio che ci ha mandato ci sta guardando.
Così, Paolo allude qui alla vendita della Parola di Dio, quindi, c'è un significato letterale e spirituale espresso.  Il significato letterale si riferisce al mercanteggiamento della religione (comune oggi), e il significato spirituale è che è presumibilmente "verità" che viene venduta - anche se in realtà è falso ciò che i venditori ambulanti effettivamente offrono. E mi stupisce sempre come molti sono ciechi al fatto che molti dei leader cristiani di oggi sono stati arricchiti dallo spaccio della Parola di Dio..
Alcuni dei predicatori più popolari sono anche tra i più ricchi americani. La natura ingenua di quelli che contribuiscono al gonfiarsi dei conti bancari degli odierni "uomini di Dio", è allo stesso tempo triste e disgustosa.

Ora leggiamo in Isaia la supplica di Dio per noi di comprare da lui e / o dai suoi veri rappresentanti.

Isaia 55:1-3 (NASB95)
1 "Ho! Chiunque ha sete, venga alle acque, e voi che non avete denaro venite, comprate e mangiate. Venite, comprate vino e latte Senza soldi e senza costi. 2 "Perché spendete denaro per ciò che non è pane, e il vostro salario per ciò che non sazia? Ascoltate con attenzione a me, e mangiate ciò che è buono, e deliziate il vostro palato in abbondanza. 3 "Porgete l'orecchio e venite a me. Ascolta, che tu possa vivere, e io farò un patto eterno con voi, secondo le benignità fedeli promesse a David.
Dio si riferisce metaforicamente al comprare del vino e latte e sostiene che sia privo di costi.  Come si può comprare qualcosa senza alcun costo a meno che l'acquisto sia non-letterale.  E così è con questi versi.  Dio ci implora di cercare sinceramente la Sua verità e utilizza la illustrazione figurativa di acquisto come parte del suo appello.

Da Apocalisse 3:18 leggiamo di un altro esempio di acquisto.

Apocalisse 3:18 (KJV)
18 Io ti consiglio di comprare da me dell'oro provato col fuoco, che tu sia ricco, e delle vesti bianche, che tu possa essere vestito, e che la vergogna della tua nudità non compaia, e ungere i tuoi occhi con collirio, che tu goda buona vista.
Ancora una volta, questo versetto usa l'acquisto come una figura retorica per illustrare come noi siamo in cerca della verità.  Così come per gli altri versi che si riferiscono ad acquistare o vendere, non possiamo sempre prenderlo alla lettera.

Infine, come ultimo dei molti esempi possibili, leggiamo di Yeshua che utilizza i termini "comprare" e "vendere" per illustrare come siamo alla ricerca con fervore del Regno di Dio.  La non-letterale natura di questo versetto del Vangelo di Matteo è evidente.

Matteo 13:44 (NR)
44 Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto nel campo, che un uomo trova e nasconde, e dalla gioia che ne ha, va, vende tutti i suoi averi e compra quel campo.
Ora, come può la frase acquistare e vendere essere contemporaneamente sia letterale che figurato?  Abbiamo letto di recente Paolo applicandolo come tale nella sua seconda lettera ai Corinzi.

2 Corinzi 2:17 (NLT)
17 Vedete, noi non siamo come quei venditori ambulanti - e ce ne sono molti di loro - che predicano solo per fare soldi. Noi predichiamo il messaggio di Dio con sincerità e con l'autorità di Cristo. E sappiamo che il Dio che ci ha mandato ci sta guardando.
Certo, questo è più letterale che figurato, ma dall'esempio della compravendita di religione, possiamo cominciare finalmente a conoscere il significato profondo della Rivelazione 13:17.

A questo punto mi asterrò dal rivelare il senso ultimo al riferimento "comprare e vendere" in quel versetto fino a dopo che avrò provato quello che è il vero significato del "marchio della Bestia".  Poi, mostrerò come quelli che non possiedono il segno sono infatti fortemente limitati nel comprare e vendere e di come la Bestia ha imposto questo divieto nel corso della storia (circa 1700 anni). Quindi, potremo scoprire il significato innegabile del "marchio della Bestia", dopo di che potremo facilmente vedere come la Bestia impedisce a coloro che non accettano il suo marchio di comprare e vendere sia in senso letterale e non letterale.

Il "marchio di Dio", rivela il "marchio della Bestia!"

In primo luogo, cerchiamo di rivisitare il riassunto dalla nostro visione del significato del marchio nella Rivelazione.

  • Questo marchio è quasi certamente un timbro simbolico o segno e non è da prendere alla lettera.
  • Questo marchio sarà SIMBOLICAMENTE posto sulla - O ALL'INTERNO - fronte e / o nella mano destra.
  • Il marchio simboleggia storicamente servitù o fedeltà a quello da cui è ottenuto il marchio.
  • Il marchio simboleggia chiaramente la relazione esistente tra coloro che decidono di riceverlo e la Bestia (o suoi agenti) dal quale è pervenuta.  Esso mostra i destinatari del marchio essere fedeli alla Bestia e tra i suoi caparbi seguaci.
  • La prostituta di Apocalisse 17:05, storicamente e quasi universalmente accettata come Roma e che rappresenta la maligna religione misterica babilonese che si è sempre opposta alla vera fede, "porta sulla fronte il marchio della sua vera natura in una misteriosa allusione a Babilonia".  Quindi, possiamo supporre che questa prostituta spirituale di Roma svolge un ruolo importante nella promozione del "marchio della Bestia".
  • Coloro che ricevono il marchio lo fanno di loro spontanea volontà.  Scelgono di accettare il marchio offerto dalla Bestia.

Ora vediamo la sintesi dei risultati riguardanti il ​​marchio di Dio.


  • Il "marchio di Dio" sono le istruzioni eterno di Dio - la Torah! Affermare il contrario significa ignorare alcuni dei passaggi più chiari di tutta la Scrittura.  Nonostante questo, il cristianesimo tradizionale rifiuta e si oppone apertamente alla Torah e / o alla necessità di obbedienza agli eterni insegnamenti di Dio!
  •  Yeshua ha pienamente approvato e obbedito alla Torah, accettando in tal modo il marchio del suo e nostro Dio. Chiunque pretenda di seguire il Messia e non riesce ad approvare e / o obbedire alla Torah, NON è un seguace del VERO Messia!
  • L'aspetto fondamentale del "marchio di Dio" e IL passaggio più importante di tutta la Scrittura secondo Yeshua è lo Shema, che dichiara che Dio sia uno ed un solo - non un Dio binitario - NON un Dio trino - e non un Messia uomo-Dio!

Il "marchio" è un segno spirituale, che espone i cuori e le menti di chi li riceve.  Dimostra a chi o a quale ideologia si dedicano.

Caro amico, vedete qualcosa di strano quando si confronta "il segno di Dio" con ciò che il cristianesimo tradizionale insegna?  Mi aspetto, dopo aver determinato ciò che costituisce il marchio di Dio, che alcuni di voi abbiano già capito quale è il "marchio della Bestia" più probabile.  Tuttavia, cerchiamo di elencare alcuni problemi di buon senso che ci conducono alla vera definizione di "marchio della Bestia". Io li seguirò con una sinossi tabulata che presenta un confronto fianco a fianco del "marchio di Dio" e il "marchio della Bestia".


  • La Bestia, che ha il potere di Satana, è il nemico numero uno di Dio e promuove gli insegnamenti che sono contrari alla volontà di Dio.
  • Il segno di Dio è chiaramente dimostrato essere la Toràh, ed è dalla risposta che si dà al marchio di Dio (la Torah) - accettazione o il rifiuto - che la loro fedeltà o la ribellione verso Dio è determinata.
  • La Bestia si oppone a Dio, dunque, il buon senso ci impone che il marchio della Bestia sia qualcosa che è in diretta opposizione al segno di Dio.

Così, la definizione più ovvia del marchio della bestia è che è definita da ciò che cancella o insegna nei confronti del marchio di Dio, quindi, il Marchio della Bestia insegna contro la torah!

IL MARCHIO DI DIO                   

  • Le Eterne Istruzioni di Dio, la Torah
  • Lo Shemà (Dt 6,4) è un aspetto cruciale del marchio di Dio ed è quello che Yeshuà chiama Il comandamento più importante



IL MARCHIO DELLA BESTIA

  •  Insegnamenti contro le eterne istruzioni di Dio, anti-Torah
  • Definisce un diverso "Dio" di quello presentato nello Shemà - un Dio che è "un altro dio" di quello presentato nella Torah

È anche vero che dire che insegnare la Torah è facoltativo è funzionalmente non differente che dire che l'insegnamento è abolito.
In altre parole, l'insegnamento che dice che i tentativi sinceri di osservanza della Torah non è un fattore critico nel determinare il destino eterno non è proprio diverso che insegnare che la Torah è abolita, poiché l'effetto finale della dottrina, che è quello di negare l'importanza della Torah, è lo stesso.
Anche se Yeshua è il mezzo finale con cui abbiamo la speranza di vita eterna, da quando ha assunto su di sé la "maledizione della Legge" (la pena di morte giuridica derivante dalla disobbedienza), egli non abolisce la necessità di obbedire come anche egli ha fatto. In effetti, egli afferma spesso il suo appoggio diretto alla Torah (Matteo 5:17-19, Matt. 7:23, ecc) così come altri scritti del Nuovo Testamento.

Così ora la chiara verità riguardo alla vera natura del marchio della Bestia dovrebbe essere ovvia come ho mostrato nella tabella seguente.


L'INSEGNAMENTO TRADIZIONALE DEL CRISTIANESIMO E DEL FALSO MESSIANISMO SUL MARCHIO DELLA BESTIA 

  • insegna contro le Istruzioni eterne di Dio, l'anti-Torah insegna che la Torah (legge) è abolita, inutile, o facoltativa, quindi, è anti-Torah ("usurpa" o "sostituisce" la Torah)
  • Definisce un diverso "Dio" da quello presentato nello Shemà - un Dio che è "un altro dio" di quello presentato nella Torah.
  • Promuove un anti-scritturale Dio-trino e che il Messia è Dio, dunque, presenta un Dio diverso - "un altro dio".
Amico, è così evidente come il naso sul tuo viso.  Il marchio della bestia - il segno della Bestia - Il Marchio che così tanti accettano di buon grado, mostrando quindi fedeltà alla Bestia è la dottrina anti-torah del tradizionale cristianesimo e del falso messianismo!

Infine, ricordate le parole di Yeshua?

Matteo 7:22-23 (NASB95)
22 "Molti mi diranno in quel giorno: 'Signore, Signore, non abbiamo noi profetato nel tuo nome e in nome tuo cacciato demoni, e in nome tuo operato miracoli?'23 E allora io dichiarerò loro: 'Non vi ho mai conosciuti; allontanatevi da me, voi operatori di illegalità' ".
Il termine greco reso "illegalità" è lo stesso utilizzato in 1 Giovanni 3:4 per definire il peccato.  Significa letteralmente "violazione della legge."  Ci sono numerosi versi simili negli scritti messianici (Nuovo Testamento) che mostrano chiaramente che l'illegalità (violazione della torah) non è una buona cosa.

Considerate le parole di Yeshua alla luce dei passaggi in Apocalisse che descrivono il destino di coloro che accettano il marchio e il culto della "bestia" e la sua immagine.  (Io credo che l'"immagine" è un riferimento alla religione contraffatta, forse anche agli insegnamenti sul "Messia sostituto" (Anticristo) come erroneamente promossi dalla "grande prostituta").

Apocalisse 14,9-10 (NASB95)
9 Allora un altro angelo, un terzo, li seguì gridando a gran voce: "Chiunque adora la bestia e la sua statua e ne riceve il marchio sulla fronte o sulla mano,10 berrà il vino dell'ira di Dio, che è mesciuto puro nella coppa della sua collera, e sarà tormentato con fuoco e zolfo al cospetto degli angeli santi e alla presenza dell'Agnello .
Quindi, possiamo vedere che lo stesso destino che attende i "senza legge" attende anche coloro che volontariamente accettano il marchio della bestia.  Ci sono numerosi avvertimenti simili per evitare l'illegalità (violazione della torah).

Quindi, dal momento che il destino dei fuorilegge e dei "segnati" è lo stesso, un'associazione può essere chiaramente stabilita tra l'illegalità e il marchio.  Ciò fornisce una forte evidenza che il "marchio della bestia" è una cosa che favorisce l'illegalità.  E, naturalmente, l'insegnamento della illegalità (anti-torah), che credo fermamente sia il "marchio della bestia", lo fa certamente!

Il buon senso, l'approccio logico che ho usato nella mia presentazione dovrebbe essere in contrasto con il sensazionalismo, l'approccio teorico adottato da coloro che vogliono confondere gli altri così come essi si sforzano di nascondere la semplicità della verità!

Quindi, come ha fatto la Bestia ad impedire ad altri di comprare e vendere?

Se un'organizzazione non accetta il contrassegno (anti-Torah e anti-Messia l'insegnamento che Gesù è Dio), l'ORGANIZZAZIONE È CENSURATA e costretta dal mercato pubblico della religione! Quando è stata l'ultima volta che avete visto qualcosa di diverso dal cristianesimo promosso come una religione in TV? Quelli che non mostrano fedeltà alla Bestia sono ostracizzati.  Ma si va anche oltre. Un mio caro amico e collega soldato della verità (www.hebraic-renewal.com) fu costretto fuori dalla radio 3 volte in Colorado da cristiani e Messianici a causa dei suoi insegnamenti contro la Trinità e la sua promozione della Torah.  La Bestia non gli avrebbe permesso di vendere il suo messaggio! Aveva anche la sua attività di consulenza chiusa a causa di questi stessi seguaci della bestia che boicottarono e parlarono attivamente contro la sua attività. Quindi, abbiamo un esempio diretto di come la Bestia ha impedito il mio amico di competere sul mercato sia religioso che del mondo secolare.  È stato impedito di comprare e vendere i suoi servizi attraverso gli sforzi di coloro che hanno volontariamente accettato il marchio della Bestia.  E, come al solito, non hanno mai cercato di coinvolgerlo in un dibattito.  Invece, come è la norma con la Bestia, semplicemente lo hanno spinto fuori dalla città.  La Bestia funziona sempre così. Eglì spinge i suoi avversari fuori dal mercato, o fuori dalla città, o fuori da questa vita!

Si può ricordare come l'impedimento all'acquisto e alla vendita si applica ai servizi direttamente così come si applica ai beni.  Quindi, vediamo come quelli che non accettano il marchio della Bestia e / o il nome della bestia vengano presi di mira dai falsi Messianici e dai cristiani in modo tale da evitare che coloro che non accettano il marchio possano godere lo stesso accesso al "mercato" di cui la Bestia gode.  Infatti, la Bestia domina il mercato ed esercita tutti i tipi di tattiche per impedire ad altri di interferire nel suo monopolio controllato.

Infine, la storia è piena di esempi di come a quelli che non hanno accettato il marchio (come gli ebrei devoti) fu letteralmente impedito di comprare e vendere, a volte, avevano i loro beni confiscati, sono stati cacciati in esilio, o sono stati uccisi.  La Bestia ha emanato un lungo elenco di decreti per impedire che il suo predominio malvagio venisse minacciato, o semplicemente per soddisfare la sua infinita sete di sangue e di potere.

Non c'è organizzazione nella storia del genere umano che ha una storia così lunga e sanguinosa come il cristianesimo.  Il cristianesimo è, senza dubbio, l'organizzazione terrorista più ipocrita e spietata della storia!  I cristiani sono spesso volentieri ignoranti della grottescamente demoniaca storia criminale del sistema di fede a cui appartengono.  La verità è che quasi tutti i cristiani non vogliono considerare la vile storia del cristianesimo.  Preferiscono vivere nel rifiuto per quanto riguarda i fatti della storia e del CONTINUO disprezzo che il cristianesimo mostra a coloro che osano opporvisi. Ringrazio il Dio onnipotente che viviamo in una Repubblica costituzionale che garantisce libertà di parola e di religione, altrimenti, non ho dubbi che i mezzo preferiti di controllo, che sono stati la scelta preferita dei leader cristiani nel corso della storia, sarebbero utilizzati al massimo per eliminare tutti gli avversari della Bestia.

Ecco un campionario delle varie misure che il cristianesimo ha imposto nel tempo contro coloro che non "adorano la Bestia" o hanno preso il suo "marchio". Anche se queste misure sono volte soprattutto contro ebrei, esse si sono applicate anche a tutti coloro che desideravano promuovere o obbedire alla ETERNA Torah (il marchio di Dio!).  Il fatto che il cristianesimo è stato così disperato da uccidere e perseguitare gli ebrei è particolarmente ironico, dal momento che i cristiani pretendono di adorare un "Cristo", cioè, egli stesso un Ebreo!  Naturalmente, il motivo per lo zelo con cui il cristianesimo ha dimostrato nel massacrare gli ebrei è dovuto al fatto che gli ebrei religiosi hanno mantenuto il marchio pro-Torah di Dio e la Bestia non si poteva lasciarli andare impuniti.  Qualsiasi cristiano che porti sentimenti antisemiti (e la maggior parte lo FA) è automaticamente un nemico del Messia semita che ipocritamente sostengono di seguire!  L'elenco mostrato nella tabella sottostante è stato preso dal sito messianico Barusch Hashem Messianic Synagogue che promuove, purtroppo, l'insegnamento che Gesù è Dio, che è una componente primaria del marchio della Bestia.  Che HaShem possono aprire gli occhi alla verità e dare loro la facoltà di liberarsi degli insegnamenti caratteristici della Bestia.

  • Divieto di matrimoni misti e dei rapporti sessuali tra cristiani ed ebrei, Sinodo di Elvira, 306. Ebrei e cristiani non è permesso di mangiare insieme, Sinodo di Elvira, 306.
  • Gli ebrei non possono ricoprire cariche pubbliche, Sinodo di Clemente, 535. Agli ebrei non è consentito impiegare servi cristiani o possedere schiavi cristiani, Terzo Sinodo di Orleans, 538.
  • Agli ebrei non è permesso mostrarsi nelle strade durante la Settimana della Passione, Terzo Sinodo di Orleans, 538. Rogo del Talmud (scritti di saggi ebrei) e altri libri, Sinodo 12 ° di Toledo, 681.
  • Ai cristiani non è permesso patrocinare medici ebrei, Sinodo Trulanic, 692. Ai cristiani non è permesso vivere in case di ebrei, Sinodo di Narbonne, 1050.
  • Gli ebrei sono costretti a fare "contributi" alla chiesa pari a quelli dei cristiani, Sinodo di Gerona, 1078. Divieto del lavoro di Domenica, IMPONENDO così la Domenica come giorno di sabbath, nonostante le Scritture definiscano chiaramente il settimo giorno (Sabato) come lo sabbath, Sinodo di Szabolcs, 1092.
  • Gli ebrei non possono accusare o testimoniare contro i cristiani nei tribunali, Terzo Concilio Lateranense, 1179, Canon 26. Agli ebrei non è consentito di trattenere eredità da discendenti che hanno accettato il cristianesimo, Terzo Concilio Lateranense, 1179, Canon 26.
  • La marcatura degli abiti ebrei con un distintivo, 4 ° Concilio Lateranense, 1215, Canon 68. (Copiato dalla normativa dal califfo Omar II [634-44], che aveva decretato che i cristiani portassero le cinture blu e gli ebrei cinture gialle.) La costruzione di nuove sinagoghe viene proibita, dal Consiglio di Oxford, 1222.
  • Ai cristiani non è permesso assistere alle cerimonie ebraiche, Sinodo di Vienna, 1267. Agli ebrei non è permesso disputare con il semplice popolo cristiano circa i dogmi della religione cattolica, Sinodo di Vienna, 1267.
  • Fu stabilito l'obbligatorietà dei ghetti ebraici, costringendo gli ebrei a vivere dove gli viene detto, Sinodo di Breslavia, 1267.  Questo Sinodo stesso ordinò agli ebrei di Slesia di indossare i berretti di identificazione. Ai cristiani non è permesso vendere o affittare immobili agli ebrei, Sinodo di Ofen, 1279.
  • L'adozione da parte di un cristiano della religione ebraica o il ritorno di un Ebreo battezzato alla religione ebraica è definita come una eresia, Sinodo di Magonza, 1310. La vendita o la cessione di articoli di chiesa è vietato agli ebrei, Sinodo dei Lavour, 1368
  • Gi Ebrei non sono autorizzati ad operare come agenti per la conclusione di contratti tra i cristiani, specialmente contratti di matrimonio, Concilio di Basilea, 1434, XIX sessione. Gli ebrei non possono conseguire gradi accademici, Concilio di Basilea, 1434, XIX sessione.



I provvedimenti appena citati sono solo alcuni esempi, e sono solo quelli copiati in vari modi dai nazisti.  Molte altre orribili, bestiali persecuzioni sono state intraprese.  La storia cristiana è farcita sin dai suoi inizi a Roma (il cristianesimo non è un prodotto di Gerusalemme!) con la persecuzione di coloro che non adorano la Bestia, la sua immagine, o il suo nome. Alcuni di noi si sono sentiti, in prima persona, l'amarezza dei cristiani tradizionali perché abbiamo esposto che sono in errore e avuto coraggio di esporre apertamente gli inganni della Bestia. Se non fosse per le leggi che lo vietano, io sono assolutamente certo che il tipico "amorevole"cuore cristiano approverebbe tutti i tipi di violazioni sulla libertà di coloro che gli si oppongono.  Il cristianesimo non è una pura religione di amore come molti cristiani intossicati pensano.  Per coloro che desiderano adorare il vero Dio, onorare la sua Torah, e il suo vero Messia, il cristianesimo è una religione di odio, e la storia lo dimostra eccome!  Per quelli di noi che osano rifiutare il vino della Prostituta la vera natura del cristianesimo è stato dimostrato più e più volte di essere Bestiale.  L'unica ragione per cui lo stesso l'odio non viene mostrato oggi è perché le leggi del paese attualmente impediscono alla Bestia di usare il suo mezzo preferito di "conversione".  Grazie a Dio abbiamo la separazione tra chiesa e stato.  Chiunque pensi che la Chiesa e lo Stato non devono essere separati è un pazzo o ha desiderio di riportare la tirannia che il cristianesimo ha dimostrato di preferire!  Purtroppo, ci sono sempre più prove che la bestia può essere di nuovo al lavoro per consolidare il suo controllo dello stato, così come i confini tra Stato e Chiesa si confondono in modo allarmante.

Ci sono innumerevoli esempi di come la Bestia "prevede che nessuno sarà in grado di acquistare o di vendere, se non colui che ha il marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome" (Apocalisse 13:17) .
LA BESTIA È largamente rappresentata dal cristianesimo tradizionale, e il marchio della bestia è LA DOTTRINA CRISTIANA ANTI-TORAH!

Vi prego di prendere in considerazione questo problema.  Si prega di non reagire in una istintiva, rabbiosa maniera. Guardate come è semplice definire il marchio di Dio.  È direttamente definito dalla Scrittura, senza la minima ambiguità. Considerate come il buon senso e la logica esige che il marchio della Bestia è ovviamente l'opposto del segno di Dio.  Quando questo approccio di buon senso viene usato la conclusione è inevitabile!

Avete irrevocabilmente preso il marchio della Bestia?  Accettate la menzogna che la eterna Torah di Dio è stata abolita, superata, non è necessaria, o facoltativa? Adorate un Dio diverso da quello che Yeshua il Messia implicitamente afferma essere il suo SOLO Dio (di Yeshua) affermando che lo Shemà (Dt 6,4) è il versetto più importante di tutta la Scrittura?

Vi imploro e vi prego di considerare quale marchio avete preso - il marchio di Dio o il marchio della Bestia, e che dopo averlo considerato, di assicurarvi di essere tra quelli che non subiscono l'ira di Dio quando la Bestia e quelli che si sono dedicati a lei saranno eternamente distrutti.




6 commenti:

SOLEDAD ha detto...

Grazie. Articolo molto completo, corredato di ottime scritture che ben fanno comprendere il discorso.
Lo ho condiviso su facebook...

ALARMA ha detto...

Galati3:10 Ora tutti coloro che si fondano sulle opere della legge sono sotto lamaledizione, perché sta scritto: «Maledetto chiunque non persevera in tutte lecose scritte nel libro della legge per praticarle». 11 Poiché è manifesto chenessuno è giustificato mediante la legge davanti a Dio, perché: «Il giustovivrà per la fede».

Complimenti all'autore di questo ARTICOLO che NEGA la divinità del Figlio di Dio, che NEGA LA SALVEZZA per fede nel SACRIFICIO dell'Agnello e che con tanta FACILITA' cancella la GRAZIA per riportare i fedeli sotto la LEGGE.
Questo articolo arrogante pretende anche di dire "io sò qual'é il marchio e non preoccupatevi affatto di prendere un chip, un tatuaggio rfid... perché il marchio é un altro e ve lo spiego io..."
E infine complimenti per la croce rovesciata così visibile in alto a destra,hai voluto firmare il tuo operato.

Jonathan ha detto...

PRIMA PARTE

E' certamente vero che la Legge di Eloha non è stata abolita, in quanto Yah'u'shua a riguardo afferma che è venuto a "portare a compimento". Semplicemente non siamo giustificati per le opere della Torah, ma per la fede nel Mashyah e nel Padre Suo Yah'u'veh. In più essa ora è praticata a livello spirituale e scritta nei cuori (come afferma Geremia), in modo tale che il peccato non ha più alcun potere su coloro che fermamente vogliono seguire le orme del Mashyah.

Concordo anche sul fatto che Yah'u'veh sia Uno Solo e che la dottrina trinitaria derivi sempre da Babilonia (e quindi è pagana) e sia fondata su manipolazioni e malcomprensioni di alcuni versetti biblici.

La Grande Meretrice siede su sette testa (il G7: dobbiamo comprendere le profezie sugli ultimi tempi in un'ottica globale) e dieci corna (i 10 grandi del mondo). Cosa rappresenta quindi? Le maggiori religioni del mondo, cristianesimo compreso, dato che i maggiori "capi" di esse possono condurre i propri affari col "permesso" di G7 e i 10 grandi del mondo.

Ma è anche scritto, sempre in Rivelazione, che le 10 corna e la Bestia la lasceranno nuda: significa che le maggiori religioni mondiali saranno presto distrutte per far posto ad un'unica religione globale con un unico capo o organizzazione (l'Anticristo), sotto un governo mondiale.

Però ho notato un'inesattezza sul marchio: è vero che la Torah è il marchio di Dio, mentre il marchio della Bestia è quello di Satana, ma il significato è sia spirituale che fisico. Infatti, accettare il marchio sarà innanzitutto accettare il Nuovo Sistema di Cose (vedi il Nuovo Ordine Mondiale), con la religione globale e la nuova società globale; ma ciò non vuol dire che esso sarà puro un marchio fisico.

Il marchio non è tanto il TAG RFID o micrichip in sé, quanto il codice a barre, che contiene a livello subliminale il numero 666 (e ricordiamo che il codice a barre cartaceo è stato trasferito sul microchip, o TAG RFID). Il termine charagmah indica anche un segno formato da sbarre. In ogni caso per approfondire questa cosa consiglio vivamente la attenta lettura di questo articolo, scritto da un caro fratello in Yah'u'shua, non legato ad alcuna chiesa od organizzazione "religiosa cristiana" che esista:http://www.cospirazione.net/index.php?option=com_content&view=article&id=458%3Asotto-matrix-decima-parte&catid=34%3Acospirazionismo&lang=it&Itemid=7. Comprare e vendere vuol dire far parte di quel sistema, ma anche comprare e vendere letteralmente (in definitiva: senza marchio, non puoi fare parte né fisicamente [comprare il necessario per vivere ecc.] né spiritualmente [pensarla in modo difforme dal Governo Mondiale]).

Jonathan ha detto...

SECONDA PARTE

Per concludere, parliamo dell'Anticristo: è vero che esso rappresenta in generale chiunque si opponga alla pura dottrina di Yah'u'shua (e anche questo è negare "Yah'u'shua Ha Mashyah venuto nella carne", come afferma Giovanni apostolo), ma rappresenta anche un uomo od organizzazione fisica che si presenterà col suo Nuovo Ordine Mondiale.

Giovanni parla degli anticristi a livello generale (ce ne sono sempre stati).

1Giovanni 2:18

Gli anticristi
Ragazzi, è l'ultima ora. Come avete udito, l'anticristo deve venire, e di fatto già ora sono sorti molti anticristi. Da ciò conosciamo che è l'ultima ora.


1Giovanni 2:22
Chi è il bugiardo se non colui che nega che Yah'u'shua è il Mashyah? Egli è l'anticristo, che nega il Padre e il Figlio.

2Giovanni 7

Poiché molti seduttori sono usciti per il mondo, i quali non riconoscono pubblicamente che Yah'u'shua Ha Mashyah è venuto in carne. Quello è il seduttore e l'anticristo.

Daniele, e poi Paolo, specificano l'Anticristo finale, al termine del sistema di cose (che si rivelerà dopo la Grande Tribolazione, tutt'ora in atto).

Daniele 8
23 Alla fine del loro regno, quando i ribelli avranno colmato la misura delle loro ribellioni, sorgerà un re dall'aspetto feroce, ed esperto in intrighi. 24 Il suo potere si rafforzerà, ma non per la sua propria forza. Egli sarà causa di rovine inaudite, prospererà nelle sue imprese, distruggerà i potenti e il popolo dei santi. 25 A motivo della sua astuzia, la frode prospererà nelle sue mani; il suo cuore si inorgoglirà; distruggerà molte persone che si credevano al sicuro. Si ergerà pure contro il principe dei prìncipi, ma sarà infranto senza intervento umano.

2 Tessalonicesi 2
1 Ora, fratelli, circa la venuta del Signore nostro Yah'u'shua Ha Mashyah e il nostro incontro con lui, vi preghiamo 2 di non lasciarvi così presto sconvolgere la mente, né turbare sia da pretese ispirazioni, sia da discorsi, sia da qualche lettera data come nostra, come se il giorno del Signore fosse già presente. 3 Nessuno vi inganni in alcun modo; poiché quel giorno non verrà se prima non sia venuta l'apostasia e non sia stato manifestato l'uomo del peccato, il figlio della perdizione, 4 l'avversario, colui che s'innalza sopra tutto ciò che è chiamato Dio od oggetto di culto; fino al punto da porsi a sedere nel tempio di Dio, mostrando se stesso e proclamandosi Dio.
5 Non vi ricordate che quand'ero ancora con voi vi dicevo queste cose? 6 Ora voi sapete ciò che lo trattiene affinché sia manifestato a suo tempo. 7 Infatti il mistero dell'empietà è già in atto, soltanto c'è chi ora lo trattiene, finché sia tolto di mezzo. 8 E allora sarà manifestato l'empio, che il Signore Yah'u'shua distruggerà con il soffio della sua bocca, e annienterà con l'apparizione della sua venuta. 9 La venuta di quell'empio avrà luogo, per l'azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigi bugiardi, 10 con ogni tipo d'inganno e d'iniquità a danno di quelli che periscono perché non hanno aperto il cuore all'amore della verità per essere salvati. 11Perciò Dio manda loro una potenza d'errore perché credano alla menzogna; 12 affinché tutti quelli che non hanno creduto alla verità, ma si sono compiaciuti nell'iniquità, siano giudicati.

Jonathan ha detto...

TERZA E ULTIMA PARTE

In questi tempi molti, consapevolmente o no, stanno decidendo da che parte stare: Yah'u'shua Ha Mashyah l'ebreo o Jesus Kristos il greco (a riguardo rimando a questo articolo:http://bugiesvelate.blogspot.com/2011/09/yahushua-il-messyah-vs-jesus-gesu-detto.html#axzz1XrBfCN00)

Il microchip sarà semplicemente l'atto di conferma della scelta.

Questa è la Verità

Amein

Jonathan

P.s: @ Alarma: se avessi letto con attenzione la Scrittura e questo articolo, capiresti che né l'una né l'altro negano la salvezza per fede, ma nemmeno aboliscono la legge. Ricorda Yah'u'shua: "PORTARE A COMPIMENTO".
Forse il tono dell'articolo è un po' arrogante (anche se forse si tratta semplicemente di zelo), ma di certo tu non sei stato da meno nella risposta.

P.p.s: @ Marcello: in effetti a fianco del blog ci sono dei simboli che assomigliano a croci invertite.. E sappiamo bene qual'è il significato...

SOLEDAD ha detto...

Grazie Jonathan del completamento comprensibile che hai portato col tuo commento col quale mi trovo perfettamente concorde..
Ho ringraziato Marcello perchè ha posto l'accento su cosa sia Babilonia e su chi davvero sia Yahushua e sul fatto che non ha mai rinnegato la Legge ma anzi la ha portata a perfetto compimento spirituale ( attenzione Marco a confondere la Legge con i precetti)..
Come tu dici Jonathan anche secondo me il marchio rappresenta anche un fatto pratico per cui sarà impedito veramente l'accesso al mondo economico e sociale ( lavoro, compravendita, legalità)..
Concordo però in pieno con Marcello che fa bene comprendere direi proprio le premesse spirituali di coloro che accetteranno questo sistema dell'anticristo, proprio anche in virtù di scelte spirituali precedenti..
Credo che Marcello non abbai per nulla rinnegato il sacrificio del Messia ( perchè cavolo chiamerebbe il blog proprio "Yeshua ha' Mashiach" ? ) ma volesse rimarcare proprio la responsabilità di "babilonia" che ha rinnegato la Legge del Padre e ha creato un cristo pagano che nulla ha da spartire col vero Messia, unto da Yah..
Sulla questione del dio trino, basterebbe leggere in spirito di verità la Bibbia per comprendere che dall'inizio alla fine ( e non con singole scritture ) si evince un solo Dio e un figlio generato nello Spirito ancor prima della sua venuta in carne come uomo. Se ciò non bastasse Marco, ti consiglio di studiarti un pò la religione ebraica e questo ti farà comprendere ancora di più.

SHALOM