venerdì 1 aprile 2011

Il Messia - Adam e la caduta

Il termine Messia
Il termine è una anglicizzazione della parola latina messia, che è una traslitterazione del messia greco, una traduzione del meshiha aramaico, che è a sua volta una traduzione del termine ebraico Mashiach, che si trova in genere nell'espressione HaMelekh HaMashiach, letteralmente: "il re-Messia" e idiomaticamente "l'Unto Re ".

Scrittura e il Messia
Ci fu una comprensione antica che, a un livello più profondo di intendimento, insegna che tutta la Scrittura è focalizzata verso la redenzione messianica.
Talmud Babilonese, Sanhedrin 99a
Tutti i profeti profetizzarono solo circa lo Yemot haMashiach - i giorni del Messia.

Sovranità e Lode
Nella serie Artscroll Tehillim, Volume I (Salmi 1-30), i rabbini scrivono che Adamo possedeva Sovranità e Lode prima della sua caduta:
"Di tutte le meraviglie possenti che Elohim ha creato, la meraviglia più grande è l'uomo. Poiché l'uomo è niente di meno che un microcosmo, un mondo in miniatura, composto di tutti gli elementi trovati nella totalità della creazione. L'eco del leone ruggisce impavido fuori da ogni cuore umano, insieme con il gentile belato del timido agnello. Un forte duro nervo di ferro attraversa il tessuto dell'uomo, intrecciato con un filo di morbido, malleabile giunco. Animale, vegetale, minerale, tutti i regni sono rappresentati all'interno dell'uomo. Ma c'è di più-insieme con gli elementi materiali della terra, risiede all'interno dell'uomo un alto intelletto e uno spirito santo, la qualità celeste. Sicuramente questo omnicomprensivo uomo non è meno di un piccolo universo."
E qual'è lo scopo dell'universo? Il Salmista proclama:
Tehillim 19:2
Mesap'rim HaShamayim kevod El magghid yadayv u'ma'aseh - I cieli narrano la gloria di El e la distesa del cielo racconta della sua opera. 
Tutto il mondo è un coro che risuona di canto gioioso. In pereq Shirah, "Il Capitolo del canto", i saggi descrivono le canzoni che ogni creatura canta al Creatore. Ogni creatura, dal potente sole fino all'umile formica, dal piccolo uccello alla rana gracidante, canta uno o più versetti della Scrittura, come canto di lode a Elohim. Dichiara che la terra e la sua pienezza appartengono a lui. Le stelle proclamano che Elohim solo ha fatto la volta celeste. Il cavallo dichiara che, proprio come si guarda al suo padrone, così bisogna che tutti guardino a YHWH. Qual è il messaggio di fondo di queste canzoni? Semplicemente questo: la lode di YHWH è cantata quando ogni parte della creazione esegue il compito assegnato, senza deviazione. Ogni creatura nella funzione del suo ruolo ordinato è un fine strumento di precisione. Insieme formano una orchestra cosmica. Tuttavia, un insieme dei migliori virtuosi non è ancora una orchestra sinfonica. Hanno bisogno di un abile direttore d'orchestra per armonizzare la molteplicità di suoni in qualcosa di squisita bellezza. Se ogni musicista improvvisa, senza riguardo al risultato finale, il risultato non sarebbe la musica, ma rumore.
Elohim pose Adam sul podio e lo nominò direttore d'orchestra e maestro di coro dell 'universo. I diversi elementi della creazione sono invitati a obbedire alla sua bacchetta. Adamo, che era composto da tutti questi elementi diversi, è stato fornito di uno spartito da eseguire e con le istruzioni su come utilizzare ogni elemento della creazione nel suo tempo e luogo. Così disse il Salmista della missione dell'uomo: "Gli hai dato il dominio sull'opera delle tue mani, tutto posto sotto i suoi piedi "(Salmo 8:7). Il dominio dell'uomo non è solo un privilegio: è un obbligo. E' necessario equilibrio, regolazione, guida, e accordare tutte le forze divergenti del mondo in una sublime sinfonia di servizio per l'Onnipotente. Il Midrash descrive i talenti con cui Adam è stato dotato per al fine di compiere la sua missione, come [...] la sovranità e la lode.
Adam fu creato il sesto giorno, alla vigilia del primo sabato ...
Non è sufficiente limitarsi a dire che Adam abitava in Paradiso, sarebbe più esatto dire che il Paradiso abitava dentro di lui. È stato benedetto con la gioia interiore di sicurezza e di sicurezza di sé ... L'inclinazione per il male non esisteva in lui ... solo una inclinazione buona e positiva lo spingeva.
Nessuna traccia di attrito o di lotta esisteva in Adam, perché lui era un perfetto e armonioso insieme ...
Rambam ([commentario sulla] Genesi 2:9) commenta: "Prima del peccato Adamo veramente somigliava ai cieli ed ai loro ospiti, che vengono descritti come [...] 'Creature della verità, la cui realizzazione è la verità senza deviazioni dal compito loro assegnato' (Sanhedrin 42a). "

La caduta di Adamo
Nella serie Artscroll Tehillim, Volume I (Salmi 1-30), i rabbini descrivono la caduta di Adam:
Non solo [Adam] cade, ma trascina l'intero universo con lui ...
Tuttavia, la vita di Adamo non era esente da prove e da sfide. Anche se nessun impulso maligno era in lui-per lo più certamente esisteva una minaccia dall' esterno. L'inclinazione esterna verso il male è stata personificata dal Nachash-serpente. 
Certo, Adam era incline solo verso il bene ... Elohim disse una cosa, il serpente, un'altra! Adam aveva ascoltato la parola di Elohim con le sue orecchie:
Genesi 2:17
Il giorno in cui ne mangerai morirai.
Ma il serpente, l'abile maestro di persuasione, ha presentato un attraente argomento. Ha rafforzato le sue parole con la forte evidenza chiaramente visibile per gli occhi. 'Vedere è credere' - una visione è più convincente di una voce.
Genesi 3:6
E la donna vide che l'albero era buono per mangiare e una lusinga per
gli occhi.
... Gli occhi di Adamo sono stati fuorviati da 'parvenze' esterne che sembravano essere 'buone e allettanti' ...
[Prima di cadere] le possibilità intellettuali [di Adam] erano [immense] e libere da distorsioni. Ma il peccato offuscò la sua visione e lo ha portato alle porte della morte.
Proverbi 14:12
C'è una via che appare diritta davanti a un uomo, ma la sua fine è in direzione della morte.
Adam fu cambiato profondamente dopo aver commesso l' errore. [Prima di cadere], neanche la minima traccia di male risiedeva in lui. Tuttavia, mangiando il frutto proibito, Adam ha preso il nemico in se stesso e, quindi, danneggiato una parte integrante del suo essere. La sua armonia interiore è stata interrotta, tutto il suo essere è stato frantumato in due campi rivali.
Ora la vita di Adam è diventato un aspro conflitto, una lotta senza fine tra il bene e il male, la verità e la menzogna. Non poteva fidarsi. Esitò. Inciampò. Ha oscillato tra salire e scendere, successo e fallimento. Non era più l'uomo affidabile e coerente, come le forze eterne della natura. Non era più 'Una creatura della verità la cui realizzazione è la verità, senza deviazione dal percorso stabilito per la sua assegnata missione.'
Nella misura in cui la padronanza di sè è scomparsa, egli ha perso la sua -Malkhut- 'sovranità' sul mondo. La Shirah universale - la 'lode' che aveva condotto - è stata interrotta, messa a tacere.

L'uomo del Figlio di Peretz
I rabbini antichi trovarono la prova evidente nella Scrittura che Adamo è stato diminuito quando peccò. La lettera ebraica Y (WAV), la sesta lettera dell'alfabeto ebraico, rappresenta l'uomo, perché Adamo è stato creato (alla fine) del sesto giorno. In Genesi 2:4, la parola ebraica Toldot (genealogia, narrazione, storia) è scritta con due lettere wav:
Questa è la t Y t Y d dei cieli e della terra quando furono creati. Quando
YHWH Elohim ha fatto la terra e il cielo ...
Si noti che il suddetto testo precede la caduta dell'uomo, che è descritto in Genesi 3.
Nel resto della Tanakh, Toldot è scritta con uno solo wav, o senza wavvim del tutto. Questa ortografia modificata, con un numero ridotto di wavvim, si trova in:
Genesi 5:1; 6:9; 10:1, 32, 11:10, 27, 25:12-13, 19; 36:1, 9; 37:2
Esodo 6:16, 6:19, 28:10
Numeri 1:20, 22, 24, 26, 28, 30, 32, 34, 36, 38, 40, 42; 3:1
1 Cronache 1:29; 5:7; 7:2, 4, 9, 8:28, 9,9 34, 26:31.
L'ortografia modificata non pregiudica il significato o la pronuncia della parola. Comunque, i saggi hanno capito che si è fatto allusione a qualcosa di molto significativo. Ogni parola, ogni lettera della Torah è significativa. La presenza di codici nella Torah non è che una indicazione della ispirazione radicale inconfutabile della Scrittura. YHWH non ha sbagliato...
Allora perché cambiare l'ortografia della parola Toldot dopo che l'uomo ha peccato? Trovare un tale schema nella Scrittura si dice che sia la paura più grande e la più grande gioia di un rabbino. In Me'am Lo'es-The Anthology Torah (Kaplan, 1979: 277), è data la risposta dei saggi rabbini a questa ortografia cambiata. I saggi hanno dichiarato che il significato più profondo (SOD) della diminuzione del numero di wavvim nella parola Toldot, è che l'uomo è stato radicalmente diminuito quando Adam peccò.
Esiste solo una eccezione alla regola di cui sopra: In Rut 4:18
Questo, allora, è la t Y t Y ld di Peretz: Peretz è stato il padre di Chetzron ...
Toldot la parola è scritta con due wavvim, proprio come in Bereshith 2:4, cioè esattamente nello stesso modo in cui fu chiamato prima che l'uomo peccasse. I rabbini hanno trovato questa molto significativo. Deve avere un senso, perché YHWH è l'autore principale delle Sacre Scritture, e
non sbaglia. Hanno insegnato che il Messia sarebbe stato l'agente che ripristinerà lo tzadeqim (giusto) nell' inalterato, immortale stato che Adamo aveva prima del peccato, e che il Mashiach sarebbe stato un discendente di Peretz.
In The Anthology Torah, vol. 1 (Kaplan, 1979: 277), leggiamo:
I nostri saggi hanno spiegato che se Adamo non avesse peccato, sarebbe stato immortale. Se avesse agito correttamente, Elohim avrebbe trovato un modo per salvaguarlo anche da incidenti e pericoli. Ma quando lui ha peccato,
lo fece diventare mortale ...
[Dopo che l'uomo ha peccato] La morte è in realtà un vantaggio [perché uno è fermato nel peccare dalla morte e non è bloccato a tempo indeterminato in uno stato di peccato] ...
... Per questo motivo la Torà dice in precedenza, "Questi sono i figli (Toldot) di cielo e terra "(Genesi 2:4), con la parola (tol'dot) dichiarati completamente, lettera Wav raddoppiato. In tutti gli altri posti, uno di queste lettere Wav manca [il primo o il secondo, o entrambi]. Gli unici luoghi in cui è precisato in tutto sono qui (Genesi 2:4) e in versi, "Questi sono i figli (Toldot) di Peretz ... "(Ruth 4:18).
Questo insegna che quando Elohim creò il mondo, non ci sarebbe stata alcuna necessità della morte, se solo l'uomo avesse agito correttamente. E 'stato soltanto dopo che Adamo peccò che all'angelo [Messaggero] della morte è stata data autorità sul mondo.
Di conseguenza, la discendenza (Toldot) dell'uomo è diminuita, e questo è accennato dal fatto che la parola stessa è diminuita. Ma con l'avvento del Messia, che è un discendente di Davide, che a sua volta deriva da Peretz, poi, "La morte sarà inghiottita per sempre "(Yeshayahu 25:8). La discendenza (Toldot) dell'uomo sarà quindi di nuovo al completo, e per questo motivo la genealogia di Peretz è il secondo luogo in cui questa parola è scritta pienamente.
L'analisi di cui sopra spiega perché uno dei termini rabbinici per il Mashiach è ha-ish Ben-Peretz - "L'uomo il Figlio di Peretz." Questo nome per il Messia è utilizzato nel canto, Lechah Dodi ( "Vieni, mio Amato") che viene cantato durante lo Shabbat Kabbalat-i.e il giorno della settimana che è una figura del regno messianico a venire. Il nome Peretz significa, "[colui che ha fatto] la violazione."

1 commento:

talulard ha detto...

Gratitude is the sign of noble souls.

generic cialis